Abbazia di San Galgano SI

Galleria fotografica dell'Abbazia cistercense di San Galgano nel comune di Chiusdino SI, ormai in rovina, senza il tetto e con le sole mura perimetrali, è stata sconsacrata nel 1789 - 40 foto

Strada che porta all’eremo di Montesiepi, ricca di alberi di cipressi

L'abbazia cistercense scoperchiata, su pianta a croce latina a tre navate, costruita nel XIII secolo ed abbandonata circa 100 anni, saccheggiata, sconsacrata

Alberi di Cipressi, sulle morbide colline toscane

Alberi che decorano la strada che conduce all’abbazia

Strada alberata che conduce all’abbazia

Cappella o Rotonda di Montesiepi, costruita sul luogo dove il nobile cavaliere Galgano Guidotti si ritirò e visse da eremita fino alla morte, nel 1181

Abbazia situata nel comune di Chiusdino, consacrata nel 1268 e sconsacrata nel 1789

Il lungo viale principale verso l’abbazia

L’incompiuta facciata dell'abbazia dalle quattro colonne, le tre porte ad archi rotondi, le due finestre monofore ed uno architrave floreale della porta centrale

Portale maggiore con arco a tutto sesto e fregio decorato

Finsetra monofora con arco a sesto acuto, in stile gotico

La navata laterale destra dell’abbazia, inframmezzata da 8 archi a sesto acuto che sostenevano la volta

Le tre navate dell'abbazia e i pilastri cruciformi con semicolonne

La facciata esterna dell’abside, con due ordini di tre monofore e due occuli superiori a diametro differente

La Cappella o Rotonda di Montesiepi, situata su una collina verdeggiante

La navata laterale sinistra e gli enormi pilastri a forma di croce

Le finsetre bifore a sesto acuto in stile gotico (incomplete perchè mancano le colonne centrali)

L’antico chiostro verdeggiante dell’abbazia, andato in rovina già nel XVIII secolo

Abbazia, realizzata tra il 1220 ed 1268, nel periodo in cui in Italia si fondevano lo stile Romanico con il nascente stile Gotico di importazione francese

Alla destra la facciata a doppio spiovente dell’abbazia e sullo sfondo la Rotonda di Montesiepi

Controluce (silhouette) del rudere dell’antica abbazia

Finestra bifora a sesto acuto in stile gotico, l’unica completa della colonna centrale e del fregio

Finsetre bifore a sesto acuto e alla destra l’unica finestra completa della colonna centrale e del fregio

Una piccola parte del chiostro ricostruita dopo la sua distruzione, composta da piccoli archi con colonne binate

Una finestra bifora del chiostro con colonne binate, accanto all’abbazia

La navata centrale dell’abbazia, scoperchiata e lunga 69 metri

I due ordini di sei finestre strombate a sesto acuto dell’abside dell'abbazia

I resti dell’altare maggiore e sul retro, nell’abside, la prima fila di finestre monofore dell’abbazia

I due archi a sesto acuto che collegano la navata centrale con il transetto di destra

Il grande e il piccolo oculo che bucano le mura dell’abside dell’abbazia

Il maestoso pilastro cruciforme con semicolonne addossate e l’abside dell’abbazia

La finestra monofora del transetto di sinistra

Abbazia di San Galgano vista dal chiostro

La navata centrale dell’abbazia e sullo sfondo l’abside con le finestre a sesto acuto, l’ampio rosone centrale e la piccola rosa superiore

La navata centrale dell’abbazia, senza copertura, intervallata da 8 campate laterali

Silhouette della parte superiore delle mura dell’abside dell’abbazia, caratterizzata da due oculi

I grandi pilastri che delimitano le tre navate dell'abbazia

Gli archi a tutto sesto dell’abbazia, caratteristici dello stile gotico

I pochi resti dell’altare maggiore dell’abbazia

Il rosone a dodici petali del transetto di destra

Condividi

Scrivi un commento ...

© 2006 - 2017 Paesaggio Italiano di Leonardo Bellotti
Sfondo