Abbazia di Montecassino FR

Galleria fotografica dell'abbazia di Montecassino, in provincia di Frosinone, monastero benedettino, fondato da San Benedetto da Norcia nel 529 d.c. - 160 foto

Pagina 2 di 41234

La cisterna ottagonale al centro del chiostro dei Benefattori, circondato da un quadriportico, costruito nel 1513 su progettato da Antonio da Sangallo

Portico del chiostro dei Benefattori e alla sinistra la statua di Lotario Tertio

La statua in marmo di Lotario III, imperatore del Sacro Romano Impero posto in una nicchia sotto il portico del chiostro dei Benefattori

Le statue dei Benefattori che protessero e aiutarono il Monastero (alla destra Henrico Secundo), situate sotto il porticato del chiostro dei benefattori

La statua in marmo di Gregorio Secundo, 89º papa della Chiesa Cattolica, sotto il portico del chiostro dei Benefattori

Le statue in marmo di papi e sovrani che aiutarono il monastero, davanti al portico del chiostro dei Benefattori

La statua di Zachariae Pastor Pastorum, 91º papa della Chiesa cattolica, posta in una nicchia sotto al portico

Portico del chiostro dei Benefattori disegnato da Antonio da Sangallo, risalente al 1513, con alcune statue tra cui papa Benedicto XIV (di fronte) e papa Victori Tertio (destra)

Il portico del chiostro dei Benefattori con la statua in marmo di papa Gregorio Secundo (sinistra)

Una formella che compone il portone in bronzo di sinistra della Basilica Cattedrale, opera dello scultore Pietro Canonica, raffigurante San Benedetto che resuscita un bambino

Una formella che compone il portone in bronzo di sinistra della Basilica Cattedrale, donata dal Presidente della Repubblica Luigi Einaudi, raffigurante San Benedetto mentre scaccia il demonio che impedisce la rimozione di un masso

Navata centrale della Basilica Cattedrale, completamente distrutta per la quarta volta durante la seconda guerra mondiale e subito dopo ricostruita, quasi uguale a prima in stile barocco

La volta della navata centrale della Cattedrale, ormai spoglia, aveva gli affreschi della scuola pittorica napoletana settecentesca, andati distrutti dalla quarta battaglia “Operazione Diadem” nel maggio del 1944

Uno dei pilastri della Basilica, con fascie rosse e nere, affiancato da due colonne che sorreggono la volta

La scalinata in marmo che conduce al presbiterio sopraelevato della Basilica, con ai lati la balaustra, rimodellati nel 1649 dall’architetto e scutore Cosimo Fanzago

Acquasantiera “a labbro” in marmo sorretta da una scultura di angelo alato

La scalinata e il maestoso presbiterio rialzato della Basilica, ridisegnato nel 1649 dall’architetto Cosimo Fanzago

L’altare maggiore della Basilica, interamente ricostruito con pezzi originali dopo l’ultima distruzione, fu disegnato nel 1645 da Cosimo Fanzago

L’altare maggiore risalente al 600 della Basilica Cattedrale, opera dell’architetto Cosimo Fanzago

L’arco trionfale con al centro due angeli che sorreggono lo stemma di Montecassino e la cupola con gli affreschi di Pietro Annigoni realizzati nel 1977

La cappella del SS.mo Sacramento con al centro il tabernacolo di Nicola Salvi, miracolosamente sopravvissuto al bombardamento, situata nella navata di destra della Basilica

Il bassorilievo del Cristo benedicente in marmo bianco, su una parete della Basilica

Una fila di candelabri dorati posti dietro l’altare maggiore della Basilica

Il nuovo organo a canne della Basilica, costruito da Vincenzo Mascioni di Cuvio nel 1953, attorniato da affreschi e dal coro ligneo

I resti mortali di San Benedetto e sua sorella Santa Scolastica, deposti in un’urna dietro l’altare maggiore della basilica

La terza cappella della navata di sinistra della Basilica, dedicata ai Santi Pietro e Paolo raffigurati nel quadro durante un incontro, opera del pittore Silvestro Pistolesi (1979)

Cappella di San Giovanni Battista, situato nella navata di sinistra e raffigurato nei due quadri “Il Battesimo di Cristo” (destra) e “S. Giovanni nel deserto” (sinistra), opere del pittore Ben Long (1975)

Veduta posteriore della navata centrale della Basilica e sullo sfondo il grande affresco di circa 40 mq, dal titolo “Gloria di San Benedetto”, opera di Piero Annigoni (1979)

Statue di putti in oro, posti sulla balaustra in marmo che delimita presbiterio

Statua di putto in oro che decora la balaustra del presbiterio

Particolare del pavimento a intarsi marmorei della Basilica Cattedrale

La volta stellata e il crocifisso a mosaico che decorano il lungo corridoio verso la cripta

La cappella di San Placido nella cripta della Basilica Cattedrale, raffigurato in un altorilievo tra due angeli

Le stupende decorazioni in mosaico della cripta e la cappella di San Placido

Bassorilievi in marmo, raffiguranti tre donne, poste su una parete della cripta

La cripta della Basilica, scavata nella roccia nel 1544, opera dell’abate Girolamo Scloccheto da Piacenza

La cappella centrale della cripta, con le due statue in bronzo fuso di San Benedetto e Santa Scolastica in estasi

Le statue fuse di San Benedetto e Santa Scolastica in estasi, risalenti al 1959, opera del monaco cassinese Francesco Vignanelli, poste nella cappella centrale della cripta

Il tabernacolo in oro posto alla base dell’altare della cappella dedicata a San Benedetto e Santa Scolastica, nella cripta

Cappella di San Mauro nella cripta, raffigurato nell’altorilievo in marmo mentre benedice con la croce i poveri e gli ammalati

Condividi

Scrivi un commento ...

© 2006 - 2017 Paesaggio Italiano di Leonardo Bellotti
Sfondo